Amedeo V di Savoia detto il Conte Grande (Le Bourget-du-Lac, 1253 circa – Avignone, 16 ottobre 1323) fu Conte di Savoia e Conte d'Aosta e Moriana dal 1285 al 1323. nel 2005), capoluogo del dipartimento di Savoie, posta a 272 m s.l.m. 317, Peter der Zweite, Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, doc. A. ereditò dallo zio Filippo la grave questione di rapporti con la cugina Beatrice, figlia del conte Pietro II, che aveva sposato Guigo VII Delfino. Amedeo Ferdinando Maria di Savoia (Torino, 30 maggio 1845 – Torino, 18 gennaio 1890) era figlio del primo re d'Italia Vittorio Emanuele II. Amedeo V di Savoia detto il Conte Grande (Le Bourget-du-Lac, 1253 circa – Avignone, 16 ottobre 1323) fu Conte di Savoia e Conte d'Aosta e Moriana dal 1285 al 1323. usata come s. m. – Moneta d’argento del valore di 9 fiorini fatta coniare nelle zecche di Torino e di Vercelli dal 1609 al 1629 da Carlo Emanuele I duca di Savoia, così chiamata perché nel rovescio presenta l’effigie del beato Amedeo... Savòia, Aimone di, signore di Chillon. Tome 1, Histoire généalogique de la royale maison de Savoie, justifiée par titres, ..par Guichenon, Samuel, Testamenti di sovrani e principi di Savoia, Museo scientifico, letterario ed artistico:Beatrice Fieschi, pagg. Dopo la morte del conte Filippo il 15 ag. In prime nozze, aveva sposato nel 1272 Sibilla di Bâgé, erede delle contee di Bâgé e di Bresse, che così passarono alla dinastia sabauda; dopo la morte di Sibilla (1294), sposò nel 1297 Maria di Brabante, la cui sorella Margherita sposava Arrigo di Lussemburgo. Morto il marito (1341), dopo un periodo in cui fu reggente per il figlio Giovanni V con l'aiuto del grandomestico ... Istituto della Enciclopedia Italiana fondata da Giovanni Treccani S.p.A. © Tutti i diritti riservati. Fu sepolto nel presbiterio della cattedrale di Aosta. - Valente comandante ed abile uomo di stato, di grande autorevolezza e dalla politica ardita ed energica, la sua fedeltà alla Francia gli consentì di consolidare la propria posizione e ampliare i propri domini. Ai figli di Tommaso III di Savoia andò il Piemonte, mentre al fratello Ludovico andarono le terre di Vaud. 749, pag 321, Peter der Zweite Graf von Savoyen, Markgraf in Italien, sein Haus und seine Lande, doc. - Figlio (m. 1237) del conte Tommaso I. Ebbe in appannaggio lo Sciablese e il Basso Vallese; fu in continua lotta col vescovo di Sion. Il conte di Savoia dovette usare una politica guardinga per non essere trascinato nell'uno o nell'altro campo, mettendo a rischio indipendenza e stato. Di qui la necessità di appoggiarsi a Filippo IV. usata come s. m. – Moneta d’argento del valore di 9 fiorini fatta coniare nelle zecche di Torino e di Vercelli dal 1609 al 1629 da Carlo Emanuele I duca di Savoia, così chiamata perché nel rovescio presenta l’effigie del beato Amedeo... Chambéry Città della Francia sud-orientale (57.800 ab. Nel 1295, Amedeo, fece abbellire il Castello di Chambéry, che aveva acquistato 10 anni prima ed era diventato la sua residenza principale; tra gli artisti che vi lavorarono vi fu anche un allievo di Giotto[35]. Nel 1292 il re di Francia riuscì a stabilire la sua salvaguardia sulla città; nel 1310 la occupò facendo prigioniero l'arcivescovo, che fu poi costretto a rinunciare a tutti i diritti giurisdizionali su Lione, a favore del re.Una zona dove l'attività politica di A. poté svilupparsi fuori di ogni impedimento francese fu la zona pedemontana, dove egli aveva come collaboratore e come pedina avanzata il nipote Filippo. From Wikimedia Commons, the free media repository, Amadeo V de Saboya (es); Amédée V de Savoie (fr); Amadeo V. Veliki (hr); Amadeus V van Savoye (nl); Amadeus V. Savojský (cs); Medeo V (pms); Amadeu V de Savoia (ca); Амадео V, гроф Савоје (sr); Amadeus V. (de); Amadeu V de Saboia (pt); Амадэй V (be); Амадей V Великий (ru); 阿梅迪奥五世 (zh); Amadeus 5., greve af Savoyen (da); Αμαδέος Ε΄ της Σαβοΐας (el); アメデーオ5世 (ja); Amadeu V de Saboia (pt-br); אמדאו החמישי (he); اماديوس الخامس (arz); Amadeusz V Wielki (pl); Амадей V (uk); Amadeus V Sabaudiae (la); 阿梅迪奧五世 (zh-hant); 阿梅迪奥五世 (zh-cn); Amedeo V di Savoia (it); 아메데오 5세 디 사보이아 (ko); Amadeus V (en); Amadeo la 5-a de Savojo (eo); 阿梅迪奥五世 (zh-hans); Амадей V Савойски (bg) nobile (it); comte de Savoie (fr); רוזן סבויה בשנות 1285–1323 (he); граф Савойи (ru); Graf von Savoyen (de); Count of Savoy (1285–1323) (en); grafo de Savojo (eo); Κόμης της Σαβοΐας (el); граф Савоі (be) Amadeo v de saboya (es); サヴォイア伯アメデーオ5世, アメデーオ5世・ディ・サヴォイア (ja); Amédée v de savoie, Amédée V De Savoie, Amedee V de Savoie (fr); Amadeus V (nl); Амадей V Савойский, Амадей V (граф Савойи) (ru); Amadeu V de Savoia, Amadeu V, Conde de Saboia (pt); Amadeus the Great, Amadeus V the Great, Amedeo V (en); 阿马德奥五世, 萨伏依的阿梅代一世 (zh); 阿馬德奧五世, 薩伏依的阿梅代一世 (zh-hant), https://commons.wikimedia.org/w/index.php?title=Category:Amadeus_V,_Count_of_Savoy&oldid=363836678, Uses of Wikidata Infobox with no family name, Creative Commons Attribution-ShareAlike License. morì il 16 ott. This page was last edited on 30 August 2019, at 16:55. 14, pag 397, nota +, Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXV, Iohannis de Thilrode Chronicon, capitulum 19, pagina 575, Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus IX, Iohannis de Thielrode Genealogia Comitum Flandriæ, pagina 335, Monumenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus V, Annales Blandinienses, anno 1250 pagina 31, Histoire de Dauphiné et des princes qui ont porté le nom de dauphins, tome 1, doc. Marie-Jeanne-Baptiste (Savoia) de Savoie-Nemours, Maria Luisa Gabriella (di Savoia) di Espana, Maria Vittoria Francesca (Savoia) di Savoia-Carignano. A essi Pietro II lasciò pure il feudo di Villafranca in Piemonte e alcuni feudi in Inghilterra. ; F. Gabotto, Asti e la politica sabauda in Italia ai tempi di Guglielmo Ventura,Pinerolo 1903, pp. Morto il marito (1341), dopo un periodo in cui fu reggente per il figlio Giovanni V con l'aiuto del grandomestico ... detto il Conte Verde Amedèo VI conte di Savoia. AMEDEO V il Grande, conte di Savoia. Vita e attività. If not, see our friends at Ancestry DNA. Dopo diversi progetti nuziali con Aloisia figlia di Umberto I Delfino e con Isabella di Gloucester figlia di Edoardo I, nel 1298 il conte sposò Maria di Brabante, figlia di quel duca e sorella di Margherita, contessa di Lussemburgo, dalla quale, però, nacquero solo alcune femmine. © 2008 - 2020 INTERESTING.COM, INC. Conscio dei pericoli che i contrasti familiari potevano produrre, fin dal 1307 stabilì che la successione di tutti i suoi stati fosse raccolta dal primogenito Edoardo e, solo in mancanza di suoi eredi diretti, dal fratello secondogenito Aimone, iniziando in tal modo l'istituto della trasmissione del potere nella linea maschile primogenita, con l'eliminazione delle donne. : S. Guichenon, Histoire de Bresse etBugey,I, Lyon 1650, pp. Nel 1308 A. sposò il figlio primogenito Edoardo a Bianca di Borgogna e in tale circostanza lo dichiarò erede di tutti i suoi domini, sostituendogli in caso di morte il secondogenito Aimone. A partire dal 1282 era comincia una crisi dinastica in casa Savoia, in seguito alla morte del fratello maggiore di Amedeo, il signore del Piemonte, Tommaso, successore designato del conte di Savoia, lo zio Filippo I, che non aveva figli, ed era già avanti con gli anni.L'anno successivo morì la madre, Beatrice Fieschi; lo storico savoiardo, François Mugnier, nel suo Les Savoyards en Angleterre au XIIIe siècle et Pierre d'Aigueblanche, évêque d'Héreford riporta che Beatrice (la Dame de Bourget) morì tra l'8 ed il 9 luglio e fu inumata ad Altacomba[23]). Can you contribute information or sources? Se dal 1294 al 1300 egli apparve ancora molto legato ai cugini Plantageneti, dopo per necessità politiche passò all'amicizia con il re di Francia.Ad apprezzare l'importanza delle buone relazioni con la corte di Parigi lo portava la necessità di sorvegliare quanto avveniva nel regno d'Arles, dove l'alleanza tra Carlo d'Angiò e Rodolfo re dei Romani aveva netto carattere antisabaudo. ... Blog; video; Contatti; amedeo v conte di savoia. In Italia, Amedeo V ripetutamente assistette Filippo d'Acaia, col quale partecipò poi all'occupazione d'Ivrea (1313); per ostacolare l'ingrandimento di Guglielmo VII di Monferrato, si alleò nel 1292 con Asti e occupò Pianezza; quindi attirò sotto il suo influsso il giovane marchese Giovanni I, dandogli in isposa una figlia, mentre il marchese di Saluzzo, nel 1291, era costretto dalle armi sabaude a rendere omaggio per Busca, Barge ed altre terre. Nel 1267, tornato allo stato laicale, sposò Alice di Merano nella speranza di assicurare una discendenza maschile alla famiglia. Fu re di Spagna dal 2 gennaio 1871 all'11 febbraio 1873 e primo duca d'Aosta, capostipite del ramo Savoia-Aosta. ; C. A. de Gerbaix-Sonnaz, Studi storici sul contado di Savoia e marchesato in Italia,III, 1, Torino 1893, pp. Anche i conti del Genevese continuarono a cercare di sfuggire alla necessità di riconoscere la sovranità del conte di Savoia. Lo zio Pietro II nel testamento del 1268 riconobbe i diritti del fratello maggiore Tommaso e suoi alla successione nella contea, qualora l'erede immediato Filippo I fosse morto senza figli. La decadenza dei Comuni favoriva l'espansione sabauda, sebbene questa incontrasse la rivalità dei marchesi di Saluzzo e di Monferrato. Riaccesisi poi i contrasti tra i Delfini di Grenoble della nuova dinastia dei La Tour du Pin ed i conti di Savoia, la monarchia di Parigi iniziò un'abile politica di pacificazione apparente, in realtà di assorbimento. If so, login to add it. Circondata da belle montagne (Chartreuse e Baujes), è centro di turismo. All structured data from the file and property namespaces is available under the. 814, pag. Anche Samuel Guichenon riporta il viaggio di Arrigo VII in Italia ed i suoi rapporti con Amedeo[44].In quel periodo Amedeo V, oltre che essere riconfermato in tutti i suoi feudi e nel titolo di Marchese d'Italia ottenne l'ambito titolo di Vicario Imperiale per il nord Italia da Enrico VII di Lussemburgo[45]. WIKITREE PROTECTS MOST SENSITIVE INFORMATION BUT ONLY TO THE EXTENT STATED IN THE TERMS OF SERVICE AND PRIVACY POLICY. Just one grandparent can lead you to many Ma le lotte più aspre furono quelle sostenute contro i Delfini di Grenoble: le provocarono vecchie e difficili contestazioni di confini, le aggravarono le pretese di Umberto I Delfino (della dinastia di La Tour du Pin), il quale, avendo sposato Anna, figlia di Guigo Delfino e di Beatrice di Savoia, pretendeva la contea di Savoia, come erede di Pietro II, padre di Beatrice. "Mémoire historique sur Louis II de Savoire, sire de Vaud, sénateur de Rome (1310–1312), de 1275 à 1349". AMEDEO V, conte di Savoia. Nel 1270 i due fratelli Tommaso e A., in previsione della morte senza discendenti dello zio Filippo, I, si intes ero con la cugina Beatrice, figlia di Pietro II, per spartire i domini e nel 1271 analogo accordo fecero con i conti di Borgogna, figliastri del conte Filippo. Vittorio Amedeo II is 23 degrees from Sean Connery, 13 degrees from Ian Fleming, 16 degrees from John Huston, 24 degrees from Bernard Lee, 26 degrees from Desmond Llewelyn, 20 degrees from Lois Maxwell, 19 degrees from Roger Moore, 14 degrees from Diana Rigg, 26 degrees from Harold Sakata and 20 degrees from Pamela Culy on our single family tree. CONTENT MAY BE COPYRIGHTED BY WIKITREE COMMUNITY MEMBERS. Suo zio, Pietro II, il Piccolo Carlo Magno si spense a Pierre-Châtel, il 16 maggio 1268[18], senza eredi maschi e perciò lo stato sabaudo venne ereditato dal fratello Filippo I di Savoia[18], mentre Pietro venne tumulato nell'Abbazia di Altacomba, in Savoia[19]. II conte Filippo vecchio e ammalato, volendo evitare dopo la sua morte lotte in famiglia per la successione, nel 1284 affidò alla regina vedova d'Inghilterra Alienor e al re Edoardo I la decisione circa la divisione dei domini sabaudi; segretamente, però, egli li avvertiva della sua intenzione che nella contea gli succedesse Amedeo, nel Vaud Ludovico, nei domini di Piemonte Filippo, figlio del defunto Tommaso. Login to find your connection. A. cercò inutilmente di conservarvi il suo influsso, collocando come arcivescovo il nipote Pietro, figlio del defunto fratello Tommaso. Enciclopedia Italiana (1929), Altri risultati per AMEDEO V il Grande, conte di Savoia. (detto il Conte Grande) Conte di Savoia (Bourget 1252 ca.-Avignone 1323). Nel 1284 aveva avuto dalla consorte un figlio Edoardo, e un altro, Atmone, nacque nel 1291.Morendo nel 1294, la contessa Sibilla lasciò la signoria della Bresse al primogenito Edoardo, ma A. rimase usufruttuario e conservò per tutta la vita il titolo di signore di Bagé e Bresse. Nella guerra contro i signori di Grenoble, che accampavano diritti sulla Savoia, fu appoggiato da Filippo il Bello di Francia, che a sua volta assistette nelle guerre ... Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 2 (1960). Meta degli appetiti di A. era soprattutto il comune di Asti agitato dalle lotte tra le fazioni, cui miravano pure gli Angioini di Val Tanaro e le due dinastie marchionali.A. Il 7 luglio venne siglato un contratto tra lo zio di Amedeo, il conte di Savoia, Filippo I e Sibilla de Baugé, che cedeva alla Savoia il feudo di Bourg, ereditato da uno zio; il contratto è riportato dalla Histoire de Bresse et de Bugey di Samuel Guichenon[57].Amedeo da Sibilla ebbe otto figli[58][59]: Dopo essere rimasto vedovo, Amedeo prese un impegno di matrimonio con Alice, figlia di Umberto I del Viennois, come risulta dal documento degli Archivi di Stato: Matrimonio tra il Conte Amedeo di Savoia e Alisia figlia di Umberto delfino di Vienna[62]; un secondo documento inerente una donazione fatta dalla cugina Beatrice di Faucigny ad Amedeo (DONAZIONE fatta da Beatrice figlia del Conte Pietro di Savoja Sig.e di Faussign al Conte Amedeo di Savoja suo Cugino), conferma l'impegno di matrimonio[63].Il matrimonio non venne celebrato.Anche Jean Frézet cita questo impegno di matrimonio in un trattato di pace tra i due stati[64]. Tuttavia lentamente A. maturò il convincimento che la monarchia francese stesse rafforzandosi e che fosse pericoloso rimanere legato alla monarchia inglese. ; P. Fournier, Le royaume d'Arles et de Vienne,Paris 1891, passim;F. Funck-.Brentano, Philippe le Bel en Flandre,Paris 1897, pp. Con abilità, cercò di ricuperare i territorî del Piemonte, che dal padre erano stati lasciati al fratello maggiore Tommaso, e dal 1286 al 1294 li governò, col consenso della cognata Guia di Borgogna, finché, cresciuto in età il nipote Filippo (detto poí d'Acaia) dovette rassegnarsi alla restituzione, a titolo però di feudo. Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 2 (1960), Altri risultati per AMEDEO V, conte di Savoia. (detto il Conte Grande) Conte di Savoia (Bourget 1252 ca.-Avignone 1323). 55 ss. - Figlio secondogenito di Tommaso II, conte di Savoia, e di Beatrice Fieschi, dopo la morte del padre (1259) visse coi fratelli, il maggiore Tommaso III ed il cadetto Ludovico, sotto la direzione degli zii Pietro II e Filippo I, che tennero successivamente il governo della contea. Amedeo, secondo Samuel Guichenon, era il figlio maschio secondogenito di Tommaso II, signore del Piemonte, Conte di Savoia, d'Aosta e di Moriana, Conte di Fiandra e di Hainaut e della sua seconda moglie, Beatrice Fieschi[1], che era la terza figlia femmina di Teodoro Fieschi, conte di Lavagna[2], e della di lui consorte Simona de Volta di Capo Corso[3].Tommaso II di Savoia, secondo lo storico francese, Samuel Guichenon, nel suo Histoire généalogique de la royale maison de Savoie, era il figlio maschio terzogenito di Tommaso I, Conte di Savoia, d'Aosta e di Moriana, e della moglie, Margherita o forse Beatrice[4], che secondo la Chronica Albrici Monachi Trium Fontium era figlia del Conte di Ginevra, Guglielmo I e della signora di Faucigny, Beatrice[5]. 636, pag. Nel 1270 Amedeo si recò in Gran Bretagna assieme ai suoi fratelli Tommaso e Luigi presso re Enrico III d'Inghilterra (la regina d'Inghilterra era la loro cugina Eleonora di Provenza, figlia della sorella del loro padre, Beatrice), nella speranza di riottenere i feudi inglesi un tempo appartenuti al loro zio Pietro II[20]. Nel 1268, suo zio, il conte di Savoia, Pietro II, fece un ultimo testamento dove chiedeva di essere sepolto ad Altacomba e designava suo successore nella contea il fratello Filippo e inoltre specificava i diversi lasciti per tutti gli altri parenti, come da documento nº 749 del Peter der Zweite, Graf von Savoyen, Markgraf in Italien [16], aggiungendo anche un codicillo, riportato nelle Mémoires et documents publiés par la Société d'histoire et d'archéologie de Genève - tome 7, ove specificava che i suoi eredi erano il fratello Filippo e la figlia Beatrice[17]. IMPORTANT PRIVACY NOTICE & DISCLAIMER: YOU HAVE A RESPONSIBILITY TO USE CAUTION WHEN DISTRIBUTING PRIVATE INFORMATION. Is this your ancestor? Nel 1315, Amedeo prese parte alla difesa dell'isola di Rodi, che dal 1309 apparteneva ai Cavalieri Ospitalieri, che erano assediati dall'Impero ottomano di Osman I, dove Amedeo si coprì di gloria e da questo si ebbe il motto di casa Savoia, FERT acronimo di Fortitudo Eius Rhodum Tenuit (in latino La sua forza preservò Rodi)[48]; anche Jean Frézet riporta l'impresa di Rodi[49]. 752, pagg. - Figlio secondogenito di Tommaso di Savoia, già conte di Fiandra, signore di Pinerolo e di Torino, e di Beatrice Fieschi, nipote di Innocenzo IV, nacque nel castello del Bourget probabilmente tra il 1252 ed il 1253, essendosi i genitori sposati nel 1251. 103 ss. Enter a grandparent's name. Bibl. - Figlia (1306 circa -1360 circa) di Amedeo V, sposò nel 1326 Andronico III, mutando in Anna il suo nome di Giovanna, e abbracciando la confessione ortodossa. Amedeo, il 5 luglio 1272, aveva sposato a Lione, Sibilla de Baugé, che, secondo Samuel Guichenon, era signora di Baugé e della Bresse[53], figlia unica, nata postuma, di Guido II, ultimo signore di Baugé e della Bresse[53][54], mentre per quanto riguarda la madre, tra gli storici non vi è concordanza, ma fu Dauphine di Saint-Bonnet e non Beatrice del Monferrato, figlia di Guglielmo VI del Monferrato[53]; a conferma che la madre di Sibilla fu Dauphine viene confermato dal documento nº 595 del Titres de la maison ducale de Bourbon, inerente una donazione alla figlia, in cui Dauphine (Dauphine dame de Saint-Bonnet) si cita come la madre di Sibilla moglie di Amedeo di Savoia (mariage de sa fille Sibille avec Amedée de Savoie)[55] e dal documento nº 607 sempre del Titres de la maison ducale de Bourbon, inerente alla conferma della su citata donazione di Dauphine (Dauphine dame de Saint-Bonnet le Château, femme de Pierre de la Roue chevalier) alla figlia Sibilla (Sibille femme d´Amedée de Savoie)[56]. Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 3 set 2020 alle 08:52. Thome fratris mei) e la sorella Eleonora (Alienore filie predicti comitis Thome) nel suo testamento come destinatari di un lascito[15]. Please. Era la nascita dei due nuovi rami della dinastia, quello di Piemonte e quello di Vaud, che comunque non godettero mai di una vera indipendenza e rimasero sempre vassalli del ramo principale. Amedèo VI conte di Savoia, detto il Conte Verde. Victor Amadeus II was born before 1666. intendeva in questo modo affermare l'integrità dello stato e durante il periodo in cui ne fu a capo si mostrò rigido difensore di questo principio, sebbene il fratello Ludovico del Vaud e il nipote Filippo di Piemonte ripetutamente si lagnassero e imponessero aggiustamenti territoriali. Amedeo succedette finalmente allo zio nel settembre del 1285, ma dovette in successivi trattati abbandonare a Ludovico, con il Vaud, anche il Bugey e la Valromey (1287 e 1294). Ha una discreta attività industriale nei settori metallurgico, alimentare e tessile e calzaturiero. AMEDEO V il Grande, conte di Savoia. Fondò l'ospedale di Villeneuve (1236). Nel 1272 sposò a Chillon Sibilla di Bagé erede della Bresse, che già viveva alla corte sabauda presso il tutore Filippo I. Nel 1281 A. con i fratelli Tommaso e Ludovico e con lo zio Filippo regolò le vertenze territoriali con la Chiesa di Torino.Il 30 apr. Tommaso III morì nel ... amedèo s. m. – Moneta (propr. 749, pagg 431 - 436, Mémoires et documents publiés par la Société d'histoire et d'archéologie de Genève - tome XXXVI, doc. - Figlio secondogenito di Tommaso di Savoia, già conte di Fiandra, signore di Pinerolo e di Torino, e di Beatrice Fieschi, nipote di Innocenzo IV, nacque nel castello del Bourget probabilmente tra il 1252 ed il 1253, essendosi i genitori sposati nel 1251. - Figlio secondogenito di Tommaso II, conte di Savoia, e di Beatrice Fieschi, dopo la morte del padre (1259) visse coi fratelli, il maggiore Tommaso III ed il cadetto Ludovico, sotto la direzione degli zii Pietro II e Filippo I, che tennero successivamente il governo della contea.

Cassandra Iliade Versi, Ospedale Bergamo Maps, Maxine Nome Femminile, Giacobbe Incontra Rachele, Convento San Francesco Arezzo, Neurologi A Gaeta, Porto Di Paros,