L'animazione del fuoco verrà poi aggiunta in seguito.[2]. Un vecchio schiavo, vista la scena, prega Dio di maledirlo, ma viene colpito da una delle guardie con la sferza e poi, non volendo cedere, colpito a morte da un'accetta, morendo tra le braccia di Mosè, che ne prende il posto. È da notare che ogni sovrano ha una sala del trono differente, a seconda del regime di governo utilizzato: oscura la sala di Ramesse I, luminosa quella di Seti, color seppia e senza pitture murali quella di Ramesse II. Solo così si spiegherebbe un errore simile. [13] Nella sua recensione Farinotti definisce il film come un'opera meritevolissima e troppo spesso considerata ingiustamente inferiore ai grandi capolavori di Hollywood; scrive inoltre: «Nei Dieci comandamenti tutto è perfetto: l'aspetto degli attori, i costumi, le armi, la natura, gli edifici, i trucchi, la musica, le inquadrature.[13]». This video is unavailable. Intanto, il disperato Ramesse viene riportato alla realtà da Nefertari, e, ora su tutte le furie, ordina all'esercito di prepararsi, determinato a inseguire gli ebrei e a sterminarli uno a uno, e persino a schiacciare Mosè in persona sotto le ruote del suo carro. È il giorno del giubileo di Seti e il palazzo è in festa in attesa della scelta che farà il faraone. Ma non sarà così, afferma Mosè: «Non è con la spada che il Signore libererà il suo popolo, ma con il bastone di un pastore.». Nella Bibbia è scritto che i madianiti sono i discendenti di Madian, figlio di Abramo e della sua concubina Chetura, ma secondo il film discendono da Ismaele, figlio di un'altra concubina di Abramo, Agar, antenato di Maometto padre della religione islamica. Questi decide di aiutarla e si reca sul posto dove rimprovera i sorveglianti per il loro comportamento, e libera la vecchia dalla cintura che la teneva legata al macigno, ignaro che in realtà si tratta di sua madre. Nel 1923 infatti esordì nel filone biblico con la versione muta de I dieci comandamenti, con Theodore Roberts nel ruolo di Mosè e Charles de Rochefort in quello di Ramesse. La tunica venne poi donata da De Mille ad Arnold Friberg, il disegnatore del costume, che ne è ancora in possesso. Données Personnelles | Tuttavia non è detto che s'intenda che il faraone sia morto, scosso potrebbe semplicemente significare sconfitto o umiliato. La principessa lo convince, dicendogli che se invece diventerà lui l'erede di Seti, potrà liberare gli schiavi una volta salito al trono. Nell'Esodo viene detto che Mosè, prima di uccidere l'egiziano, controllò se ci fosse qualcuno e dopo l'assassinio fuggì a Madian. [2] Anche l'allora giovanissimo Steven Spielberg rimase sbalordito da questa scena e vi fece esplicito riferimento nel remake d'animazione Il principe d'Egitto (1998) da lui prodotto. La pellicola è nel complesso riuscita a metà: spettacolare e tecnicamente ben realizzata, ma anche piena di evidenti limiti espressivi. Giosuè, richiamato da Lilia, corre in soccorso della vecchia, ma viene fermato dai sorveglianti, a cui Lilia sfugge e corre verso Mosè per chiedere il suo aiuto, conoscendone la magnanimità. Bill Sapp le costruì e furono messe in scena, girando così una scena in cui Anne Baxter veniva inseguita dalle rane. Pharaoh Ramses II decrees the death of all Hebrew children, but Moses, placed in a basket in the Nile by his mother, is taken by a … Watch Queue Queue Capo della ribellione non è nel film Cora, ma Dathan. Dopo quarant'anni di peregrinazioni nel deserto, il popolo ebraico arriva finalmente ai margini della Terra Promessa, ma Mosè non può entrarvi: non era stato del tutto fedele a Dio alle acque di Meriba e Dio gli aveva ordinato di contemplarla da lontano perché non gli sarebbe stato concesso di attraversare il Giordano. Giosuè, benché trattenuto dalle guardie, non esita a lamentarsi davanti al principe per la mancanza di cibo. Anche nella scelta delle comparse, De Mille fu intransigente. Tutti gli stage degli studi vennero modificati per dare spazio ai magnifici scenari del film; in questa occasione vennero sfruttati non solo i Paramount Studios di Hollywood, ma anche altre location come: il Red Rock Canyon State Park di Cantil, California e la Monument Valley in Arizona. Nella pellicola Mosè, ancora principe, è un comandante militare che rende gli Etiopi suoi alleati. Ci vollero quattro mesi per cercare le location e costruire i set per gli esterni. [21] Il Mosè di De Mille dice solo che non sa cosa dire al faraone, parla lentamente, ma in maniera fluida. Incontrata Sefora, l'unica a non aver partecipato al banchetto, decide di sposare lei. Mentre gli schiavi stanno spostando un enorme blocco di pietra per incastrarlo con un altro, tra le donne più anziane, che ungono il terreno con del grasso per rendere più scivolosa la pavimentazione e accelerare i lavori, vi è Jocabel, madre di Mosè, che rimane incastrata con la cintura al blocco di pietra e rischia così di venir schiacciata fra i due massi. Il regista e la sua troupe passarono cinque anni in preproduzione: ogni scena aveva un proprio storyboard, infatti ci vollero 3 anni per sceneggiarlo,[7] 2 per prepararlo,[7] 20.000 comparse e 15.000 animali. De Mille's Epic, The Ten Commandments, The Stories Behind de Scenes of the Great Film Epics, 29ª edizione della cerimonia di premiazione degli Oscar, AFI's 100 Years... 100 Heroes and Villains, https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=I_dieci_comandamenti_(film_1956)&oldid=115923523, Film conservati nel National Film Registry, Voci non biografiche con codici di controllo di autorità, licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo. Nefertari gli porge la spada e chiede che il profeta venga ucciso con quella lama: Ramesse accetta, ma promette alla moglie che, appena sarà tornato, con quella stessa spada ucciderà anche lei. Home Guida TV In quanto alla storicità dei personaggi, De Mille sapeva molto bene che gli egiziani portavano un pesante trucco sugli occhi ma non volle inserire questo elemento nella pellicola, poiché era sicuro che il pubblico degli anni '50 non avrebbe mai accettato di vedere Mosè o il faraone con gli occhi truccati. I leviti però non vennero mai asserviti, e questo De Mille lo sapeva bene. Dathan si presenta al principe e gli rivela tutto in cambio del posto di governatore di Gessen. Le mura erano alte oltre 30 metri. Mosè accoglie la causa degli ebrei e, guidandoli personalmente, assalta i granai del tempio, donando loro il grano riservato agli dei e ottenendo così il favore e l'appoggio degli ebrei, che lo elogiano per la sua magnanimità. Mi piacerebbe fare la voce di Dio che proviene dal roveto ardente”. Découvrez tous les films et séries de la filmographie de William R. Moses. Mosè dedica a Seti, durante la costruzione della città, una stele per commemorare la battaglia del faraone sugli Hittiti a Qadeš, battaglia che non fu fatta da Seti, ma da Ramesse II. Bastava solo toccare un pulsantino per far così fuoriuscire l'acqua rossa e rendere l'idea che l'acqua si fosse tramutata in sangue. Per la prima e unica volta nella sua carriera De Mille fece uso delle tecnologie del widescreen, per la precisione usò il VistaVision.[2]. Riceve un bastone, il mantello levitico che Yochebed, prima di morire, ha voluto donargli e provviste di acqua e di cibo sufficienti per un solo giorno. Il film è dedicato al defunto fratello del regista: Tony. Il popolo, in subbuglio, chiede la liberazione degli ebrei, ma Ramesse non cede, neanche di fronte a Jannes che lo implora di ascoltare le parole di Mosè e invita il profeta al suo palazzo. Sopraggiunge Memnet, la schiava di palazzo, l'unica, insieme a Bithia, a conoscere il segreto sulla nascita di Mosè. Moses. Intanto, un gruppo di giovani donne gioca sulle rive del fiume, nelle vicinanze di un enorme palazzo. Nei pressi della dimora di quest'ultimo, Giosuè appicca il fuoco a un carretto. Nella lista AFI's 100 Years... 100 Heroes and Villains, Mosè è il numero 43 nella lista degli eroi del cinema, mentre il film figura alla posizione 79 nella lista de "AFI's 100 Years... 100 Cheers". Henry Wilcoxon, l'attore che fungeva in quel tempo da produttore, notò un'impressionante somiglianza fra Charlton Heston e la statua del Mosè di Michelangelo. Il profeta viene però inaspettatamente condotto da Nefertari nella sua nave, la quale lo ama ancora e non crede al suo cambiamento. Quando il nuovo Faraone Mermefta si rifiuta di lasciare libero il popolo ebraico, Mosè scatena sull'Egitto le dieci piaghe, le quali costringeranno il sovrano a cambiare idea. Ma che differenza c'è tra cattolici ed evangelici? Il profeta lancia il suo anatema contro coloro che hanno servito l'idolo d'oro e chiede alla gente che crede in lui di farsi avanti: molti scelgono di avvicinarsi a lui. 3h | Adventure, Biography, Crime | TV Mini-Series (1995) Episode Guide. [20] Nella pellicola invece Mosè uccide l'egiziano Baka senza contare di essere visto (infatti verrà facilmente scoperto da Dathan) e non fugge via, ma rimane in Egitto, dove viene catturato ed esiliato. Il film di Scott, che ricorda molto “Il gladiatore” o “Le crociate”, più che al cuore dello spettatore cerca di arrivare alla sua razionalità mediante un approccio realistico/scientifico al trattamento della vicenda biblica, allo stile e alle cupe atmosfere. Le donne israelite cominciano a riempire le loro giare d'acqua, in quanto Miriam ha sentito dire dal fratello che presto l'acqua finirà. Un investimento di 13 milioni di dollari e un incasso immediato di 43 e totale di 80[9] (per incassi rivalutati, nel 2000 il film era ancora tra i primi dieci del mondo),[10] fece di questo film un kolossal cinematografico. Giosuè, tornato a Gessen con Mosè, incontra dopo tanto tempo Lilia, diventata concubina di Dathan solo per salvarlo. Benché realizzata alla perfezione e con molta professionalità, fu cancellata dalla pellicola perché sarebbe risultata comica agli spettatori. Diversamente Pino Farinotti nel suo dizionario del cinema assegna al film addirittura 5 stelle, il maggior voto possibile. Giosuè e Caleb vedono arrivare i carri guidati dal faraone e capiscono di essere in trappola, circondati da un lato dall'esercito, dall'altro dal mare. È però troppo tardi: suo figlio è già morto. Recrutement | Fu uno dei capi mondiali dei Testimoni di Geova. Perde nel confronto con la pellicola di De Mille, seppur ineccepibile è l’aspetto visivo-sonoro; ma ciò che ieri sbalordiva perché magniloquente, magnifico, oggi è meno straordinario. Abramo - Film (1993) Affrontando i giganti - Film (2006) - Recensione. Se vuoi saperne di più consulta la, altri commenti e recensioni di Antonio Montefalcone, antonio sono d’accordo con il tuo commento, Vedi tutti i commenti di Antonio Montefalcone », Link e riferimenti da altri articoli e news a Exodus - Dei e Re. La prima versione italiana del film in Blu-ray è uscita nel 2012 ed è composta da due dischi, che dividono il film in due parti. Basandosi sui rilievi di Abu Simbel, raffiguranti la battaglia di Qadeš, e sulle statue del Nuovo regno, vennero realizzate le armi di Ramesse (ricordiamo che la spada che utilizza è stata comprata dal costumista del film Sinuhe l'egiziano) e gli abiti di Nefertari. Quando lo stesso primogenito di Pentauro muore agonizzante colpito dal morbo, non prima di aver supplicato il faraone di lasciar partire gli Ebrei, Ramesse comprende che la vita di suo figlio è seriamente in pericolo e corre verso di lui, trovandolo nel letto moribondo insieme alla madre e a uno sbigottito medico. Presto si celebrerà il giubileo del faraone, durante il quale verrà scelto il successore di Seti: Jannes consiglia il sovrano di eleggere Ramesse come suo erede, ma il faraone lo rimprovera perché apprezza Mosè per le sue capacità. Lo stupore del trascendente è soffocato dalla materialità. Passano gli anni e Mosè vive alle pendici del Sinai con la moglie Sefora e il figlioletto Gherson. Gli ebrei, schiavizzati dagli egiziani, costruiscono monumenti in onore del faraone Ramesse I. Il sovrano è preoccupato perché gli astrologi di corte lo hanno informato della presenza di una nuova stella, ritenuta malefica non tanto perché profetizza l'arrivo di un popolo nemico, come pensa il faraone, ma perché profetizza che un singolo uomo porterà l'Egitto alla distruzione. La loro storia da incredibile si trasforma in plausibile quando appare chiaro... è chiaro....il rapimento della chiesa è vicino! Per anni la pellicola venne trasmessa nelle chiese cristiane e nelle sinagoghe ebraiche. Gli attori che volevano interpretare il ruolo degli schiavi dovevano recarsi da lui personalmente e togliersi la camicia. Le musiche dell'epico film di De Mille, realizzate da Elmer Bernstein, vennero rimasterizzate e rieditate diverse volte e in diversi volte, per 6 volte in formato CD, e per ben 15 volte in formato LP. Quelle est filmographie de William R. Moses? I dieci comandamenti (The Ten Commandments) è un film del 1956 diretto da Cecil B. DeMille, remake dell'omonimo film del 1923 dello stesso regista. Lo disseta, gli dà da mangiare e chiede di sapere cosa gli sia successo. Rimetti a noi i nostri debiti - Cosa significa? Dopo tre giorni il regista tornò comunque al lavoro. Decide di andare a vedere e scala il santo monte. Inoltre nella scena in cui Yochebed sta per essere schiacciata fra i due blocchi di marmo il regista aveva inserito dietro i blocchi un trattore in moto che veniva quindi trattenuto dalle comparse, che in tal maniera subivano davvero uno sforzo, rendendo così la scena più realistica. De Mille, che ne aveva già diretto una prima versione nel 1923, si sentiva a casa propria tra le pagine della Bibbia che interpretava molto in senso spettacolare e pochissimo in quello teologico e storico. Grazie all'aiuto di Mosè, il gregge di Ietro cresce, e con esso anche il rispetto che il vecchio manifesta verso il giovane, il quale dovrà scegliere come sposa una delle sue figlie le quali, per facilitargli la scelta, danzano per lui: ma Mosè, che conserva ancora nel cuore la figura di Nefertari, non riesce a scegliere e si allontana. Anne Baxter doveva già interpretare il ruolo di Sefora, la moglie di Mosè ma, quando De Mille le fece indossare le vesti e il copricapo di Nefertari, risultò perfetta nel ruolo della principessa egiziana e fu quindi scritturata per quel ruolo. Trama: La storia di Sansone, dalla miracolosa nascita da Mara, donna sterile, alla gioventù vigorosa, al declino fisico, fino al riscatto finale, con la distruzione del tempio dove sono radunati tutti i filistei. Su internet Mosè (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS. Qui sommes-nous | Vestito come uno schiavo, Mosè, lavora come un qualunque ebreo e tocca con mano le sofferenze, i maltrattamenti e la fatica del suo popolo, assistendo a scene orribili. Publicité | : Quasi tutti gli ebrei, tranne Lilia, Miriam, Sefora, Bithia e altri, iniziano infine a far festa, dando sfoggio di tutte le sue nefandezze. Sette cose da fare dopo che hai guardato pornografia, Schiavitù mai più - Insieme mettiamo fine alla tratta sessuale a Roma, Pensieri, meditazioni, tematiche cristiane, studi, opuscoli, video e musica dal mondo cristiano evangelico, Film tv basato sul Libro dell'Esodo, realizzato per la Rai. Erano tre i pretendenti per il ruolo di Ramesse. Vediamo inoltre come Seti muoia in età avanzata dopo un lungo regno, quando in verità il faraone morì dopo soli 11 anni di governo, mentre fu Ramesse a comandare per ben 66 anni.[19]. Alcuni errori invece riguardano i fatti nella struttura cronologica. Uno dei massimi incassi mondiali. Il sovrano, per nulla scosso, rifiuta nuovamente, e Mosè ordina ad Aronne di stendere il bastone sulle acque del Nilo che si tingono di sangue, compresa anche quella nell'anfora nelle mani di Ramesse, che stavolta rimane sbalordito. La principessa etiope che entra insieme a Woody Stroode rappresenta la moglie etiope di Mosè, che viene nominata anche nel libro dei Numeri[18] (secondo alcuni la moglie definita "etiope" nel senso di straniera era in realtà Sefora). Accoglie poi Mosè tra le sue braccia, ma poi scaccia via una schiava che la avvisa della morte di Memnet. I faraoni nel film sono tre: Ramesse I, Seti e Ramesse II. Durante le riprese l'autore venne colpito però da una grave malattia che, dopo qualche anno, l'avrebbe portato alla morte. Lo script risulta fluido e accettabile, ma anche frettoloso e discontinuo nel ritmo, fin troppo essenziale da risultare schematico e fin troppo ellittico da arrivare a mostrare alcuni rilevanti buchi narrativi. Nel film si allude al fatto che Mosè, ancora Principe d'Egitto, abbia una relazione con la principessa Nefertari (che nel film diventerà poi sposa di Ramesse). Va allora a Gessen per incontrare Yochebed, l'unico nome rivelato da Memnet. oltre ad essere il film del 1956 un remake della pellicola del 1923. il famoso Kolossal di DeMille non mancò di un remake animato della DreamWorks del 1998 dal nome Il principe d'Egitto. Anche Francesco Minnini si esprime favorevolmente, scrivendo: «Uno dei film più visti della storia del cinema. Il giovane Bernstein, per intercessione di Young e del capo del dipartimento di musica, Roy Fiesta, riuscì a ottenere la sua candidatura. L'astro maligno annuncia la nascita di un Liberatore, mandato da Dio sulla Terra, per liberare il popolo israelita dalla morsa egiziana. Se il Liberatore è fra i neonati, è meglio uccidere soltanto loro. Bithia chiede e ottiene da Mosè di poter entrare per stare insieme a loro, oltre che di poter partire anche lei insieme agli ebrei; Mosè acconsente, perché chiunque ha sete di libertà può venire con loro. Leggi qui, sulla Bibbia, la storia di Mosè. Successivamente, scende finalmente dalla cima del monte annunciato dal corno di Giosuè, che ferma il sacrificio di Lilia al nuovo dio. De Mille, per rendere il momento più realistico, la rimproverò aspramente prima della scena, così da farla realmente rattristare. Mentre discutevano, all'attore venne un'idea: “Signor De Mille, è mia impressione che se senti la voce di Dio, la senti dentro di te.

Dieci Ragazze Testo E Accordi, Harry Styles And Taylor Swift Relationship, Come Arrivare A Ischia Da Bologna, Madame De Pompadour Morte, Frasi Acqua Tumblr, Contributi A Fondo Perduto Per Asd, Escursione Dal Rifugio Città Di Mantova Al Rifugio Gnifetti, Seconda Guerra Punica Cause,