Biografia dell’Artista

Massimiliano Caldi

Massimiliano Caldi (Milano 1967), diplomato in pianoforte, composizione e direzione d’orchestra, con una ampia esperienza internazionale sia in campo sinfonico che operistico, nell’operetta e nel balletto, una particolare attenzione rivolta alla musica contemporanea e alla valorizzazione di opere dell’Ottocento uscite dal repertorio, si distingue per la sua grande preparazione professionale e per lo stile direttoriale sempre brillante e lineare.

Vincitore assoluto del Concorso “G.Fitelberg” (1999), attualmente ricopre la carica di Direttore Principale della Filarmonica Precarpatica “A.Malawski” di Rzeszów e di Primo Direttore Ospite della Filarmonica Polacca Baltica “F.Chopin” di Danzica. E’ stato Presidente di Giuria del Concorso Pianistico Internazionale Massarosa – IX edizione (2018), docente della Florence Conducting Masterclass (2015-2017), Direttore Principale e Consulente Artistico della Filarmonica “S.Moniuszko” di Koszalin (2014-2017), Direttore Artistico dell’Orchestra da Camera Slesiana di Katowice (2006-2010) e Direttore Principale dell’Orchestra da Camera Milano Classica (1998-2009).

Caldi negli ultimi dieci anni ha intrapreso tournée in Israele, Oman, Stati Uniti d’America, Cile, Brasile, Germania, Austria, Russia e Turchia.

Nel 2018, in campo operistico, ha diretto il Prologo dal Mefistofele di Boito con l’Orchestra e il Coro della Filarmonica di Danzica (giugno 2018), Cavalleria Rusticana di Mascagni con l’Orchestra Sinfonica della Filarmonica Precarpatica “A.Malawski” di Rzeszów (giugno 2018) e Bastiano e Bastiana di Mozart con l’Orchestra Sinfonica della Filarmonica Polacca Baltica “F.Chopin” (agosto 2018). In campo sinfonico è ritornato quest’anno a dirigere a San Pietroburgo l’Orchestra Filarmonica (aprile), l’Orchestra de I Pomeriggi Musicali (maggio) e l’Orchestra Sinfonica Siciliana (settembre). Ha inoltre diretto la Petit Messe Solenne di Rossini a Varsavia (settembre e ottobre 2018).

In Polonia tiene regolarmente concerti nell’ambito dei principali festival polacchi e appare regolarmente sul podio delle più importanti Filarmonichee orchestra sinfoniche (alcune volte anche nella doppia veste di direttore e pianista) quali, per esempio, la Sinfonia Varsovia, l’Orchestra Sinfonica della Radio Polacca e l’Orchestra “Sinfonia Iuventus” presso la sala della Filarmonica Nazionale di Varsavia e lo Studio Lutoslawski S-1, l’Orchestra Filarmonica “K.Szymanowski” di Cracovia, l’Orchestra dell’Accademia Beethoven di Cracovia, e le Orchestre Sinfoniche delle Filarmoniche di Lodz, Bydgoszcz, Torun e Olsztyn.

In campo discografico, con la direzione di Massimiliano Caldi, è uscito per Acte Préalable il CD Raul Koczalski – Piano concertos (gennaio 2018) e per Sony Classical il CD Mario Castelnuovo-Tedesco, Gian Francesco Malipiero, Riccardo Malipiero Cello concertos (aprile 2018).

Massimiliano Caldi, unico italiano, vince il premio Gazzetta Italia 2018 per essersi distinto, in campo sinfonico e operistico, nella promozione della musica italiana in Polonia e di quella polacca in Italia.

(biografia aggiornata al 23 gennaio 2019).

Massimiliano Caldi (Milano 1967), diplomato in pianoforte, composizione e direzione d’orchestra, con una ampia esperienza internazionale sia in campo sinfonico che operistico, nell’operetta e nel balletto, una particolare attenzione rivolta alla musica contemporanea e alla valorizzazione di opere dell’Ottocento uscite dal repertorio, si distingue per la sua grande preparazione professionale e per lo stile direttoriale sempre brillante e lineare.

Vincitore assoluto del Concorso “G.Fitelberg” (1999), attualmente ricopre la carica di Direttore Principale della Filarmonica Precarpatica “A.Malawski” di Rzeszów e di Primo Direttore Ospite della Filarmonica Polacca Baltica “F.Chopin” di Danzica. E’ stato Presidente di Giuria del Concorso Pianistico Internazionale Massarosa – IX edizione (2018), docente della Florence Conducting Masterclass (2015-2017), Direttore Principale e Consulente Artistico della Filarmonica “S.Moniuszko” di Koszalin (2014-2017), Direttore Artistico dell’Orchestra da Camera Slesiana di Katowice (2006-2010) e Direttore Principale dell’Orchestra da Camera Milano Classica (1998-2009).

Caldi negli ultimi dieci anni ha intrapreso tournée in Israele, Oman, Stati Uniti d’America, Cile, Brasile, Germania, Austria, Russia e Turchia.

Nel 2018, in campo operistico, ha diretto il Prologo dal Mefistofele di Boito con l’Orchestra e il Coro della Filarmonica di Danzica (giugno 2018), Cavalleria Rusticana di Mascagni con l’Orchestra Sinfonica della Filarmonica Precarpatica “A.Malawski” di Rzeszów (giugno 2018) e Bastiano e Bastiana di Mozart con l’Orchestra Sinfonica della Filarmonica Polacca Baltica “F.Chopin” (agosto 2018). In campo sinfonico è ritornato quest’anno a dirigere a San Pietroburgo l’Orchestra Filarmonica (aprile), l’Orchestra de I Pomeriggi Musicali (maggio) e l’Orchestra Sinfonica Siciliana (settembre). Ha inoltre diretto la Petit Messe Solenne di Rossini a Varsavia (settembre e ottobre 2018).

In Polonia tiene regolarmente concerti nell’ambito dei principali festival polacchi e appare regolarmente sul podio delle più importanti Filarmonichee orchestra sinfoniche (alcune volte anche nella doppia veste di direttore e pianista) quali, per esempio, la Sinfonia Varsovia, l’Orchestra Sinfonica della Radio Polacca e l’Orchestra “Sinfonia Iuventus” presso la sala della Filarmonica Nazionale di Varsavia e lo Studio Lutoslawski S-1, l’Orchestra Filarmonica “K.Szymanowski” di Cracovia, l’Orchestra dell’Accademia Beethoven di Cracovia, e le Orchestre Sinfoniche delle Filarmoniche di Lodz, Bydgoszcz, Torun e Olsztyn.

In campo discografico, con la direzione di Massimiliano Caldi, è uscito per Acte Préalable il CD Raul Koczalski – Piano concertos (gennaio 2018) e per Sony Classical il CD Mario Castelnuovo-Tedesco, Gian Francesco Malipiero, Riccardo Malipiero Cello concertos (aprile 2018).

Massimiliano Caldi, unico italiano, vince il premio Gazzetta Italia 2018 per essersi distinto, in campo sinfonico e operistico, nella promozione della musica italiana in Polonia e di quella polacca in Italia.

(biografia aggiornata al 23 gennaio 2019).